fbpx

Vacanza in bikepacking tra le Dolomiti e il lago di Garda con panorami eccezionali sulle montagne più spettacolari del mondo. Parti per un tour gravel in autonomia e senza pensieri, tra boschi, vette imponenti e piacevoli paesaggi alpini.

Dolomiti Transalp

729,00 € p.p.
Self Guided
Difficoltà 
Durata 8 giorni


Noleggio Bici Adventure

Descrizione

Una vacanza in bici attraverso le più rappresentative vallate trentine e altoatesine, al cospetto della meraviglia delle Dolomiti patrimonio UNESCO e dei suoi colossi che sfiorano o addirittura superano i tremila metri di altitudine. Resterai folgorato da quanta bellezza possa esprimere la natura lungo questo entusiasmante viaggio in bikepacking, in cui pedalare sarà un modo per scoprire un territorio nuovo con occhi diversi, dove poter rigenerare la propria mente. Dalle Odle al Lagorai passando per il Catinaccio e le Pale di San Martino e con una conclusione d’effetto sul lago di Garda, respirando l’aria fine delle alte vette e gustando piatti tipici della cucina tradizionale; questo e molto altro ti aspetta, per una settimana di pura avventura sui pedali.

Tappa per tappa

Introduzione

Il viaggio in bikepacking Dolomiti Transalp è una vera e propria vacanza in bicicletta che si sviluppa in Trentino – Alto Adige lungo percorsi sterrati incastonati in ambienti sempre vari tra le guglie dolomitiche e i fondovalle verdeggianti. È un tour gravel che presenta dislivelli importanti e al contempo permette di raggiungere quote elevate da cui poter godere panorami immensi. La conclusione avverrà nell’iconica location del lago di Garda in bicicletta, una delle mete turistiche più importanti del Belpaese.

1a tappa: Brunico – Passo delle Erbe

Il punto di partenza del viaggio in bici sulle Dolomiti è la Val Pusteria. Si sale subito in quota con un percorso impegnativo ma meritevole che condurrà al passo delle Erbe, prima tappa di giornata con un suggestivo panorama sul Sass Putia.

2a tappa: Passo delle Erbe – Ortisei

Aggirato il Sass Putia con qualche tratto a spinta, si raggiunge non senza sudare il rifugio Genova da dove ci si tuffa nella val di Funes. La risalita a malga Saltner è impegnativa ma la fatica sarà ricompensata dalla quiete di questa zona. In discesa si raggiunge infine Ortisei e la val Gardena.

3a tappa: Ortisei – Alpe Lusia

Da Ortisei si sale sulla cabinovia verso l’altopiano dello Sciliar, il più vasto dell’intero Alto Adige. Con le guglie del parco di fronte a noi, si attraversa la vasta area in quota fino a raggiungere il passo Duron da dove si imbocca la discesa fino a Campitello di Fassa. Da qui si seguirà per un po’ la ciclabile di fondovalle per poi risalire bruscamente fino al Passo Lusia, tosto e impegnativo.

4a tappa: Alpe Lusia – Capanna Cervino

Dall’Alpe si dovrà percorrere una strada in quota prima di una discesa nel bosco fino a Paneveggio, famoso per i suoi legni pregiati. Risalita per un po’ la strada del passo Valles, si imbocca la Val Venegia ai piedi delle Pale di San Martino. Con panorami ancora spettacolari si raggiunge prima Baita Segantini e poi Capanna Cervino in quella che è una tra le tappe più facili del viaggio.

5a tappa: Capanna Cervino – Rifugio Refavaie

Da Capanna Cervino si scende fino al passo Rolle e quindi si imbocca la strada in discesa verso San Martino di Castrozza. Dal paese ai piedi delle Pale si incontra una forestale a mezzacosta che conduce, con panorami suggestivi, fino al lago di Calaita con un’ultima risalita impegnativa. Scesi al passo della Gobbera, si proseguirà in gran parte su strada per risalire la val Vanoi fino al caratteristico rifugio Refavaie.

6a tappa: Rifugio Refavaie – Passo Vezzena

Si inizia subito in salita fino al Passo 5 Croci, per abbandonare il Vanoi e entrare in Valsugana. La discesa in val Campelle è veloce e divertente. Da Borgo Valsugana un tratto di ciclabile condurrà a Levico Terme dove si inizia la risalita fino a Monterovere sulla famosa Kaiserjagerweg.

7a tappa: Passo Vezzena – Rifugio Finonchio

L’altopiano di Lavarone e Folgaria è il teatro di questa tappa. Un continuo saliscendi ci farà attraversare boschi e zone rese tristemente famose dalla Grande Guerra. Tra forti e trincee si raggiungerà il passo Sommo e quindi il monte Finonchio, spartiacque tra l’altopiano e la Valle dell’Adige.

8a tappa: Rifugio Finonchio – Riva del Garda

Quella finale è una tappa non troppo impegnativa. Si inizia con una picchiata verso Rovereto da dove si attraversa la valle dell’Adige per risalirne il versante occidentale. Tosta ma panoramica, l’unica salita di giornata conduce prima a Isera e poi all’imbocco della val di Gresta. Scesi a Loppio, in poche pedalate si raggiungerà il lago di Garda sulla ciclabile.

Dolomiti

 

Dolomiti Bikepacking

dolomiti
transalp

Sui percorsi alpini tra i giganti
di pietra e il Lago di Garda

Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
Dolomiti Transalp
previous arrow
next arrow

Highlights

  • Il passo delle Erbe e l’anello attorno al Sass Putia
  • L’Alpe di Siusi e le sue guglie spettacolari
  • La val Venegia con i suoi panorami sulle Pale di San Martino
  • Il lago di Calaita e i boschi della Val Vanoi
  • I segni della Grande Guerra sull’Altopiano di Lavarone e Folgaria
  • Il lago di Garda e le sue acque ristoratrici

Alloggi

La maggior parte dei pernottamenti è prevista nei rifugi alpini con servizio di mezza pensione, mentre a Ortisei si alloggerà in hotel 3* o 4* in camera doppia con servizi privati. L’itinerario attraversa zone di alta montagna e quindi gli alloggi potrebbero subire variazioni se si dovessero presentare problematiche che per cause di forza maggiore costringessero a una modifica del percorso prestabilito. In tale caso, garantiremo delle sistemazioni alternative di pari livello.

Tipologia di viaggio

L’itinerario Dolomiti Transalp si sviluppa all’interno dell’area montuosa del Trentino – Alto Adige, tra abetaie, verdi pascoli e radiose cime di oltre duemila metri di quota. È un percorso di montagna, impegnativo e rivolto a chi ama pedalare su terreni che richiedano anche un elevato impegno fisico. Oltre a strade asfaltate secondarie, tratti di pista ciclabile e sterrate anche ripide, ci sono brevi tratti di collegamento su sentiero in cui si può presentare l’occasione di spingere la bici.

BICI ADATTA: MTB, E-MTB, adventure bike

Difficoltà

          5 su 5

Il grado di difficoltà della Dolomiti Transalp dipende essenzialmente da tre fattori:

  • distanze giornaliere comprese tra 40 e 60 km circa
  • dislivello positivo elevato
  • terreno in gran parte sterrato con presenza di brevi tratti di sentiero da fare a spinta

Se sei un viaggiatore ben allenato e che predilige lo sterrato e i single trail in quota, sarai pienamente ricompensato con gli splendidi panorami che solo le Dolomiti sanno regalare. Un’esperienza indimenticabile per un viaggio in bikepacking di assoluto livello.

FAQ

Per i nostri viaggi c'è la possibilità di noleggiare bici adventure Bombtrack Beyond 1 (taglie M e L) con allestimento completo: cicloturismo classico o bikepacking.
Puoi partecipare con la tua bicicletta ma, prima di partire, controlla le caratteristiche del viaggio e la tipologia di terreno per essere certo che sia il mezzo più idoneo.
Noi consigliamo sempre di indossare il casco. Nei tour guidati si rende obbligatorio il suo utilizzo.
Sì, in fase di prenotazione puoi indicare le tue esigenze alimentari e noi provvederemo ad avvisare le strutture.
Sì, su richiesta e salvo disponibilità delle strutture.
Il nostro Tour Operator ha una convenzione con la compagnia assicurativa Axa e mette a disposizione di tutti i suoi viaggiatori un'assicurazione medico – bagaglio inclusa nel prezzo del viaggio. Il set informativo della polizza è consultabile e scaricabile a questo link.
Sì, il nostro Tour Operator mette a disposizione dei suoi viaggiatori, grazie alla compagnia assicurativa Axa, un'assicurazione “Gold” che copre dai rischi di annullamento del viaggio e malattia e infortunio durante il viaggio anche in casi legati al Covid. Il set informativo della polizza “Gold” è consultabile e scaricabile a questo link.
Slide 1
Questo è un tour SELF GUIDED

Un viaggio bikepacking in coppia, in famiglia, con amici o semplicemente da solo sarà il modo più autentico per vivere un’esperienza indimenticabile. Mentre noi ci occuperemo della gestione burocratica e organizzativa, tu dovrai pensare solamente a divertirti e trascorrere in autonomia le tue vacanze spensierate sulla bicicletta.

Cosa è incluso

- Traccia GPS testata da Life in Travel
- Guida in versione digitale dell'itinerario
- Informazioni dettagliate del percorso
- Assistenza telefonica / whatsapp
- 5 mezze pensioni in rifugio (camere con bagno in comune)
- 2 pernottamenti in hotel 3* o 4* in camera doppia
- 2 prime colazioni in hotel
- Assicurazione medico bagaglio

Cosa non è incluso

- 2 cene con bevande
- Pranzi con bevande
- Supplemento camera doppia uso singolo in hotel
- Eventuali tasse di soggiorno
- Esperienze / musei / ingressi monumenti / funivie
- Noleggio bici adventure e accessori
- Trasporto bagagli
- Navetta per il rientro al punto di partenza
- Assicurazione per la rinuncia al viaggio (MBA)
- Quant’altro non specificato in “Cosa è incluso”

Altri viaggi che ti potrebbero interessare

DIREZIONE TECNICA

maldavventura logo

Personalizza il tuo tour

Siamo cicloviaggiatori esperti e da anni percorriamo in lungo e in largo l'Italia e il mondo alla ricerca di itinerari ciclabili suggestivi ed entusiasmanti. Se vuoi organizzare un viaggio in bici personalizzato, raccontaci il tuo sogno e noi lo trasformeremo in realtà.

Noleggia la tua bici

I tour che proponiamo sono vere e proprie avventure: dalle semplici e pianeggianti distese alle ardue e ripide salite, il fuoristrada è il comune denominatore dei nostri viaggi in bici. Noleggia la tua bici adventure o gravel bike per divertirti alla grande.

Torna su